Scuole plastic free nelle isole minori

Durata del progetto - 4 mesi

Siamo molto entusiasti di annunciare che questo progetto è stato supportato da Depeche Mode e Hublot attraverso la Memento Mori Tour charity partnership!

La partnership ha scelto di sostenere progetti che affrontano il problema dell'inquinamento da plastica. In questo round di finanziamento, sono stati sostenuti 7 progetti in 7 paesi attraverso le fondazioni del Conservation Collective network. 

La problematica

L'inquinamento da plastica è un problema globale, circa 7 miliardi dei 9,2 miliardi di tonnellate di plastica prodotte dal 1950 al 2017 sono diventati rifiuti di plastica, finendo in discarica o scaricati altrove.

Riteniamo importante partire dalle scuole per contribuire ad aumentare l’informazione sulla necessità d’introdurre un impiego più ridotto e consapevole della plastica monouso. In quasi tutte scuole siciliane e soprattutto nelle isole minori, l’acqua viene acquistata dagli studenti in bottiglie di plastica erogate da distributori automatici e il frequente consumo genera una enorme produzione di rifiuti in plastica nonché alti costi di smaltimento e rischi di dispersione in ambiente. L’introduzione nelle scuole di erogatori di acqua potabile e l’abolizione della plastica possono produrre un effetto moltiplicatore di buone pratiche, che può coinvolgere le famiglie e l’intera comunità, contribuendo in modo rilevante alla crescita di comportamenti corretti, alla riduzione dell’inquinamento e alla salvaguardia di questi piccoli territori, tanto belli, quanto fragili.

Anni di lavoro portati avanti da Marevivo nelle isole minori, ha evidenziato la necessità di intervenire per guidare i giovani attraverso una maggiore conoscenza e comprensione delle ragioni che stanno alla base della tutela del mare. Con riferimento alle risorse idriche, che costituiscono una delle problematiche più gravi da gestire per questi piccoli paradisi, diventa davvero importante poter smaltire senza aggravio di costi, senza esporsi ai rischi di inquinamento ambientale generati dall'eccessivo utilizzo di bottiglie di plastica, senza sottovalutare i vantaggi che andrebbero a beneficio dell'intera comunità, in termini di gestione dei rifiuti e minori costi di trasporto per l'approvvigionamento.

Il progetto

Il progetto mira a coinvolgere tutte le scuole delle isole minori in Sicilia, supportandole nell'attuazione di pratiche indirizzate alla riduzione della plastica monouso nelle scuole. Sarà lanciata una challenge e il premio finale assegnerà alle scuole 3 macchine filtranti per l'acqua. Alle tre classi premiate verranno consegnate anche borracce riutilizzabili. Verranno condivisi esempi virtuosi da altre iniziative nelle scuole, promuovendo la conoscenza in merito ai vantaggi derivanti da un uso responsabile della plastica, ma anche dell'acqua, una risorsa ormai a rischio di depauperamento a causa dell'uso irresponsabile, nonché i vantaggi che ne potrebbero derivare in termini educativi e di coscienza civica, ma anche sociali ed economici per l'intera comunità.

 

Risultati

  • Incoraggiare le persone ad apprezzare maggiormente il mondo naturale e il suo valore
  • Incoraggiare i governi, le istituzioni pubbliche e i media ad agire in modo più sostenibile
  • Incoraggiare cambiamenti nel comportamento del pubblico/consumatore per preservare, proteggere e rigenerare il mondo naturale
  • Riduzione dei rifiuti/corretta gestione dei rifiuti

About the Organisation 

MAREVIVO è stata fondata nel 1985 per promuovere e realizzare interventi a favore della difesa del mare, contro l'inquinamento, il trasporto di sostanze pericolose in mare, l'uccisione dei cetacei, metodi di pesca illegali e distruttivi e l'abbandono di tossine nocive in mare aperto. Marevivo è un'associazione ambientalista riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente con D.M. del 20 febbraio 1987, art. 13 legge 349/1986. Opera come organizzazione no-profit su tutto il territorio nazionale, ma anche a livello internazionale tramite divisioni e unità operative locali territoriali. È un'associazione libera e apartitica e svolge numerose attività volte all'educazione ambientale, alla ricerca scientifica, alla promozione delle Aree Marine Protette, alla difesa del mare e delle sue risorse, all'informazione ambientale e alla pianificazione territoriale. La delegazione regionale siciliana è stata legalmente costituita nel 2011, acquisendo una propria personalità giuridica, che la rende indipendente dall'organismo nazionale, con l'unico vincolo di perseguire gli stessi scopi associativi. L'associazione ha portato avanti innumerevoli progetti che hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti dalla comunità scientifica e civile. Marevivo gestisce due centri di educazione ambientale in Sicilia.

*AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2023* 2>
Mancano pochi giorni alla scadenza della competizione “Plastic Free Schools Small Islands”. Gli studenti degli istituti scolastici delle isole minori siciliane, sono a lavoro per presentare gli elaborati con cui racconteranno il loro percorso per abbandonare gradualmente la plastica monouso a scuola. Gli elaborati dovranno essere inviati entro venerdì 15 Dicembre.
I 3 istituti vincitori premiati da una commissione, riceveranno impianti di depurazione dell’acqua e le borracce riutilizzabili andranno alle 3 classi vincitrici, così da poter eliminare il consumo di bottigliette d’acqua di plastica a scuola. In bocca al lupo a tutti gli studenti!

**AGGIORNAMENTO GENNAIO 2024** 2>
Gli studenti di Favignana, Ustica e Pantelleria vincono la competizione per ridurre la plastica monouso nelle scuole delle isole minori siciliane!
Il progetto, supportato da Sicily Environment Fund grazie al finanziamento ricevuto dal Il Conservation Collective attraverso la partnership con i Depeche Mode & Hublot , assegnerà 3 impianti di depurazione dell’acqua e borracce ai vincitori.
L’iniziativa consentirà a circa 330 studenti di abbandonare le bottigliette di plastica risparmiando all’ambiente circa 57000 bottigliette l’anno.